Nuovo blog: Filosofia e nuovi sentieri

Debutto di “Filosofia e nuovi sentieri“, rivista on-line.

Esordisce finalmente, grazie alla collaborazione con Daniele Baron e Luca Ormelli, la rivista on line “Filosofia e nuovi sentieri”, un nuovo spazio di discussione e approfondimento filosofico.

Uno spazio rigoroso, appassionato ma non accademico, sul mondo del pensiero per riscoprire quella meraviglia che contraddistingue l’essere umano e ne magnifica le potenzialità.

 

Si prevedono 4 sezioni:
Apo telous per la libera e autonoma teoresi
Panopticon destinata alle recensioni
Tacheles per l’ermeneutica di testi noti e meno noti
Advaita per le monografie
La prima impronta è di Daniele Baron sul “sentiero” di Sergio Givone, autore di un’affascinante “Storia del nulla”.
Sulla pagina “Manifesto” altri ulteriori dettagli.

Ringrazio Luca e Daniele per questa opportunità di confronto collegiale e di approfondimento meditativo.

Buona lettura e buona riflessione a tutti.

Giuseppe Savarino

Pubblicato in Classici, Filosofi, Libero pensiero, Pensiero critico | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Omaggio a Madame du Deffand

Madame du DeffandA veder bene, esiste una sola disgrazia nella vita, quella di essere nati”;
Voi trovate risorse in voi stesso; io in me trovo solo il nulla”.

Queste frasi potrebbero essere attribuite benissimo allo scrittore franco-rumeno Emil Cioran (feroce pessimista e scettico sui generis; vedere per approfondimenti anche l’altro mio blog, Tutto Cioran) e invece provengono dalla plume di Marie Anne de Vichy-Chamrond, meglio conosciuta come Madame du Deffand (1697-1780).

Personaggio singolare e dall’indubbio fascino, appartiene (se cediamo alla semplificazione della categorizzazione) al mondo dei salotti letterari, i Salons, che animarono il dibattito culturale di fine Seicento e dell’Illuminismo settecentesco francese. Continua a leggere

Pubblicato in Blog letterario, Filosofi, Letture critiche | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Elias Canetti e il potere della massa

Quando fu pubblicato “Massa e potere”, Elias Canetti (1905-1994) aveva cinquantacinque anni – un’età rispettabile – eppure ancora quasi sconosciuto ai più.
Ancora oggi, nonostante il premio Nobel per la Letteratura ricevuto nel 1980 (“per opere contraddistinte dalla visione ampia, dalla ricchezza di idee e dalla potenza artistica”), non possiamo sicuramente ritenerlo un autore soggetto ad attenta lettura critica come meriterebbe.
La ragione di ciò è quasi un mistero, tipico dell’eterogeneo e farraginoso mondo editoriale, che preferisce obnubilare anche il lettore più esperto con il fumo di insulse ma più profittevoli proposte. Continua a leggere

Pubblicato in Blog letterario, Letture critiche | Contrassegnato , , | 5 commenti

L’illuminismo di Jonathan Israel

Spesso dimentichiamo che i valori democratici, di cui oggi l’Occidente si dichiara tanto fiero, sono figli naturali di quello straordinario movimento culturale di fine settecento, conosciuto sotto il nome di Illuminismo (Aufklärung in tedesco, Enlightenment in inglese) e che, contrariamente a quello che si può pensare (a causa dell’attuale imperante conformismo culturale), non sono stati affatto recepiti pacificamente, anzi sono “emersi per la prima volta tra conflitti e controversie […] dalle fauci di un’ostilità diffusa per diventare, alla fine, egemonici, dapprima sul piano intellettuale e poi su quello politico”.

Questa colpevole dimenticanza mira a ridurre l’importanza di un periodo storico che si vuole per certi aspetti o troppo ingenuo (per l’utopia di fondo che lo contraddistingue) o troppo- sottinteso: freddamente- razionale (Horkheim e Adorno, 1947). Continua a leggere

Pubblicato in Letture critiche, Libero pensiero | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

E. Cheli: come e perché curarsi dai media

Ringraziando ancora una volta le curatrici del sito Critica Letteraria per l’ospitalità, ripropongo una recensione al libro “Come difendersi dai media” del prof. Enrico Cheli anche ai lettori di questo blog.
Penso infatti che sia perfettamente in linea con i principi ispiratori di Letture Critiche.

Segnalo inoltre un’intervista all’autore:

http://www.crescita-personale.it/pnl-comunicazione/1727/come-difendersi-dai-media-intervista-enrico-cheli/2390/a

Come difendersi dai media

di Enrico Cheli

La Lepre Edizioni, 2011

pp. 206

€ 16

Enrico Cheli ha scritto diversi libri sulla comunicazione ed è un esperto di tecniche di autoconsapevolezza e di sviluppo umano: personaggio quindi sicuramente titolato ad analizzare gli effetti indesiderati che i media possono avere “sulle persone, sulle loro idee, opinioni, emozioni e identità”, come si propone appunto questa sua ultima pubblicazione.
Continua a leggere

Pubblicato in Blog letterario, Letture critiche, Pensiero critico | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La morale secondo Eugenio Lecaldano

Con questa “Prima lezione di filosofia morale” – edizione Laterza, fine 2010 – Eugenio Lecaldano, a dispetto dal titolo (derivante probabilmente solo da esigenze editoriali) non fornisce una “lezione”, né tantomeno una “prima lezione”, ma semmai sostiene una delle tanti “teorie” morali esistenti, giustificandola all’interno di un quadro esauriente, rigoroso e organico.

Già precedentemente avevo letto dello stesso autore “Un’etica senza Dio”, un libro ben scritto e documentato, utile anche per chi non ha molta familiarità con questo genere di argomenti, estremamente semplice e lineare nella sua tesi di fondo.
Tesi che banalmente possiamo considerare come lo sviluppo di quella di Bayle nonché molto vicina a quella di Holbach: la morale non solo può essere laica, ma è anche auspicabile che lo sia. Continua a leggere

Pubblicato in Filosofi, Letture critiche | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Nuovo blog, dedicato a Emil Cioran

Piccola comunicazione di servizio per quanti hanno già avuto modo di apprezzare lo scrittore rumeno Emil Cioran (1911-1995) e anche per chi non l’ha ancora letto, nella speranza che un misto di curiosità e di sensibilità possa essere sufficiente ad iniziare un percorso conoscitivo che arrivi a far intuire le diverse sfumature di questo libero pensatore:

da oggi si potrà consultare ed eventualmente commentare un nuovo blog completamente dedicato a questo autore:

http://tuttocioran.wordpress.com

Buona lettura

Giuseppe Savarino

Pubblicato in Letture critiche | 1 commento

Rousseau l’educatore

Emilio o dell’educazione, sotto mentite spoglie romanzesche, è un vero e proprio trattato pedagogico e un classico del libero pensiero meritevole di lettura critica: non poteva pertanto mancare in questo blog e con piacere l’ho riletto a distanza di pochi anni.

Alcuni brani dell’Emilio sono ancor oggi attualissimi, a testimonianza dell’universalità atemporale di certe questioni o valori.

Rousseau (1712-1778)- illuminista sui generis, moralista ginevrino- con questo scritto si pone come una delle personalità più rilevanti e innovative sulle tematiche didattiche, pedagogiche ed educative moderne, assieme a Locke e soprattutto a Comenius (Comenio o meglio Komensky). Continua a leggere

Pubblicato in Classici, Filosofi, Libero pensiero | Contrassegnato , , , , , , , | 3 commenti

La lucida disperazione di Cioran

Ho già parlato di E. Cioran in altri due post, qui e qui.

Il seguente articolo invece è stato pubblicato su  criticaletteraria.org, il 02/11/2011.

Ringrazio Gloria M. Ghioni e Laura Ingallinella, infaticabili amministratrici del blog, per la cortese “ospitalità”.

Libro e critica su Cioran

Cioran, Al culmine della disperazione

Al culmine della disperazione

di Emil M. Cioran

Adelphi, Milano 1998

Traduzione a cura di C. Fantechi, F. Del Fabbro

1^ edizione originale: 1934

€ 15.00

pp. 146

Una delle doti stilistiche che più definisce E.M. Cioran (1911- 1995) è la lucidità: in ogni sua riga c’è una limpidezza e una profondità che più di una volta disorienta il lettore.

Al culmine della disperazione, uno dei suoi primi libri, non si allontana da questa caratteristica peculiare, essendo di fatto un libro lucidissimo, scritto “pericolosamente”- come dirà Cioran stesso nella prefazione- tra la vita e la morte:

“Questo libro è stato per me una specie di liberazione, di esplosione salutare. Se non lo avessi scritto, certamente avrei messo fine alle mie notti”.

A scrivere questo capolavoro di lucidità è un giovane rumeno di 22 anni, che soffre di insonnia e passa la notte a passeggiare e a interrogarsi sulla vita e sul mondo. Continua a leggere

Pubblicato in Filosofi, Letture critiche | 5 commenti

L’individualismo di Alain Laurent

Alain Laurent ha scritto diversi libri sul fenomeno dell’individualismo, tra cui questa sorta di prezioso compendio, ” Storia dell’individualismo “, meritevole di un’attenta valutazione critica e, nel contempo, di un invito alla lettura, com’è nel pieno spirito di questo blog.

L’individualismo oggi è considerato l’essenza della modernità e della cultura occidentale, eppure, come scrive Alain Laurent nell’introduzione, non tutti attribuiscono lo stesso significato a questo termine (anche Max Weber scrisse: “il termine individualismo comprende le nozioni più eterogenee”). Continua a leggere

Pubblicato in Letture critiche | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Contro la democrazia

A parte qualche voce isolata (qualche rivista, qualche articolo di giornale o qualche libro di saggistica) c’è un consenso quasi unanime sulla “democrazia”, come se fosse la panacea per tutto, una sorta di valore assodato, una conquista irrinunciabile, pur imperfetta, degli Stati moderni più liberali.

Altre volte, soprattutto quando si evidenziano le lacune di questo sistema di governo, si tende a considerarlo una sorta di male necessario, un’unica possibile soluzione garante della libertà; tanto da appropriarsi ingiustamente anche degli altri valori illuministici di eguaglianza, solidarietà e tolleranza.
Continua a leggere

Pubblicato in Letture critiche, Pensiero critico | Contrassegnato , , , | 2 commenti

La in-dubbia moralità di Seneca

La prima cosa che colpisce dei Dialoghi di Seneca (letti questa estate nella versione Einaudi che comprende tutti gli scritti morali di questo autore) è la loro straordinaria attualità.
Seneca, da buon autore classico, non merita una lettura critica, ma diverse riletture, critiche o meno che siano: come Diderot penso che sia riuscito a descrivere quanto necessario per vivere una vita serena e saggia.

Naturalmente ben diversa è l’applicazione pratica di questi precetti e molti infatti hanno criticato Seneca proprio su questo punto, in particolare sottolineando il contrasto tra le ricchezze personali possedute con la stoica regola del non attaccamento ai beni terreni.
Per non parlare poi del fatto che sia stato tutore e insegnante di un autore quantomeno discusso come Nerone.

Continua a leggere

Pubblicato in Classici, Letture critiche | Contrassegnato , , , | Lascia un commento